25 novembre

25 novembre

violenza-sulle-donne
25 novembre

Il 25 novembre è la giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne.Questa data fu scelta a ricordo dell’uccisione delle tre sorelle Mirabal, violentate e uccise proprio il 25 novembre del 1960.

Se tanto si è fatto in questi anni, quello che manca ancora a mio parere è l’aspetto che riguarda la prevenzione, e da parte delle donne, è il sentirsi colpevoli verso se stesse, verso il compagno delle violenze psicologiche che si subiscono, quando sono solo da attribuire a chi maltratta.

Le donne non devo rimanere insensibili ai campanelli d’allarme. Quando si avverte paura, quando la  libertà personale si riduce, oppure vengono denigrate o ricattate e ancora prima che si manifestino episodi di violenza vera e propria come le mani al collo, uno schiaffo, un pugno, è meglio ricorrere ad un aiuto sapendo che è di fondamentale importanza anche davanti a scelte come una denuncia o una separazione, perchè potrebbe essere proprio l’elemento scatenante della violenza.

Vittime innocenti del rancore, della rabbia della gelosia, di killer che nella maggior parte dei casi vivono dentro le mura di casa e che fanno esplodere la loro rabbia dopo mesi, anni di violenze psicologiche, non sempre denunciate per paura o per troppo amore.

Contro questa strage annunciata che purtroppo non pare abbia mai fine, ancora una volta il 25 novembre, il mio sostegno va a tutte le donne vittime di violenza.

separatore4

Per tutte le violenze consumate su di Lei,
per tutte le umiliazioni che ha subito,
per il suo corpo che avete sfruttato,
per la sua intelligenza che avete calpestato,
per l’ignoranza in cui l’avete lasciata,
per la libertà che le avete negato,
per la bocca che le avete tappato,
per le ali che le avete tagliato,
per tutto questo:
in piedi, Signori, davanti ad una Donna.

William Shakespeare

Voto minimo 7, massimo 11.
Grazie il tuo indirizzo IP e voto, sono registrati.
(Visited 6 times, 1 visits today)

10 thoughts on “25 novembre

    • Paola Assandri
      novembre 28, 2016 at 12:08 am
      Permalink

      Ciao Maurizio e benvenuto. Speriamo davvero che ci sia da parte delle donne e da parte degli uomini.

      Reply
  • novembre 28, 2016 at 9:52 am
    Permalink

    Vuoi dire che niente è cambiato dai tempi di William Shakespeare?
    Grazie del commento.
    Cristiana

    Reply
    • Paola Assandri
      novembre 28, 2016 at 10:15 pm
      Permalink

      A quanto pare Cristiana no. C’ era la violenza a quei tempi come oggi. Grazie del tuo passaggio

      Reply
    • Paola Assandri
      novembre 28, 2016 at 10:13 pm
      Permalink

      Benvenuto cavaliere. Sinceramente me lo auguro davvero. Non se ne può più di sentire parlare di tutte queste donne uccise per mano di uomini che avrebbero dovuto solo amarle.

      Reply
  • novembre 30, 2016 at 2:50 pm
    Permalink

    Come vedi ho ben capito come funziona. Ti riconfermo che sono pienamente d’accordo sul tuo testo e mi è piaciuto leggere quello che pensava Shakespeare. Mi ricopio la frase per metterla tra altre che conservo a titolo personale nel mio PC. Se ti dispiace, potrai sempre dirmelo e la cancellerò. Un amichvole abbraccio.

    Reply
    • Paola Assandri
      dicembre 4, 2016 at 4:00 pm
      Permalink

      Sei stato bravissimo Elio. Assolutamente non mi da fastidio, anzi hai fatto benissimo. Ti abbraccio

      Reply
  • novembre 30, 2016 at 2:59 pm
    Permalink

    Scusa, torno per dirti che nel tuo profilo ho visto che sei nata un 14 dicembre. Mio figlio è nato il 10/12 ed il il 24. Siamo in buona compagnia. Un amichevole abbraccio.

    Reply
    • Paola Assandri
      dicembre 4, 2016 at 3:58 pm
      Permalink

      Wow…ma quanti siamo Elio. Anche una mia carissima amica compie gli anni tra pochi giorni. Il 9 esattamente

      Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.