Crea sito

Scambismo

Scambismo

Scambismo, complicità o illusione?

l43-scambisti-130730121057_big-900x444
Scambismo. Immagine presa dal web

Scambismo. Alcune coppie si trovano a chiedersi in alcune fasi della vita come poter arginare il problema dell’astenia sessuale, ravvivando una parte della vita di coppia ormai sopita. Cambiando partner con il consenso del legittimo consorte, rispondono alcuni.  Spesso, è l’uomo ad avere questo desiderio, e così inizia a mostrare la propria compagna per  la sua bellezza e sensualità.

Solitamente i luoghi in cui si effettua questo tipo di pratica, si trovano nelle grandi città, e accolgono coppie non giovanissime, appartenenti a classi sociali medio-alte. Apparentemente trasgressivo, lo scambismo, in realtà risulta essere una pratica puritana, evita i tradimenti segreti lasciando spazio alla reciproca libertà d’azione. Tutto sotto gli occhi dell’altro e con il benestare del partner. Ma  può rivelarsi fatale per una coppia? Difficile 

rispondere. Perchè che si tratti di sesso di gruppo, di incontri sado-maso, di sesso a tre, per alcune coppie è una soluzione rivitalizzante, mentre in molti altri casi, queste esperienze indeboliscono così tanto la coppia, portandola alla rottura. In questi casi il partner (quasi sempre la donna) ha la netta sensazione di essere manipolato, raggirato, e può arrivare a provare nei confronti dell’altro una reazione di disgusto e di schifo, oppure può essere divorato dalla gelosia.

Lo scambismo , comunque deve rimanere un gioco consensuale, non deve sconvolgere la vita sessuale e principalmente emotiva, e non deve creare dipendenza in uno dei partner.

Il fatto che una persona immagini di essere a letto con altri uomini,  non necessariamente significa che lo desideri nella realtà, sono solo fantasie e tali devono rimanere. Cosa che invece accade a chi pratica lo scambismo. Insomma tutto dipende dalla storia personale, e da quello che ognuno di noi è in grado di accettare. Ed è una cosa che non si può di certo prevedere in anticipo.

(Visited 8 times, 1 visits today)

Ex

Ex

Ex

sognare-ex-fidanzato-simbologia
Ex. Immagine presa dal web

Ex. Sempre più unioni hanno una fine perchè lei dice basta e sembra che per l’uomo sia molto più difficile fregarsene. La fine di un amore è sempre un avvenimento molto doloroso. Per chi prende la decisione, ma principalmente per chi viene lasciato. Così c’ è chi la vive male e si arrabbia giurando vendetta, chi non si rassegna e parte all’attacco sperando di riconquistare il cuore dell’amata, e chi giustamente incassa il colpo subito e volta per sempre pagina. Ma se una donna lascia non è una cosa che nasce da un giorno all’altro. Generalmente i segnali che lancia una donna sono moltissimi. Un distacco progressivo spesso fatto di negazioni, di  prese di distanza, indifferenza, disinteresse, che purtroppo un uomo non è in grado di cogliere in pieno. Anche le parole dette, per l’uomo non hanno senso, infatti molti non si accorgono che il rapporto di coppia era finito da un pezzo. Ma quali sono le cose da non fare?

  • Non insistere, non serve a nulla richiedere dei chiarimenti, anzi si ottiene un maggior allontanamento

Evitare nella maniera più assoluta contatti nelle settimane successive

  • Non lanciare messaggi stupidi affinchè lei si ingelosisca, è del tutto controproducente

Cosa fare? Cercare di capire quali sono le proprie responsabilità, dopo di che, se avete fatto un’attenta analisi, drizzate le antenne, e state ben attenti a come vi comportate.

(Visited 48 times, 1 visits today)

Storia finita

Storia finita

Storia finita

Web
Storia finita. Immagine presa dal web

Tanti hanno alle spalle una storia finita c’ è chi ha lasciato, ed è stato lascito. Tutti sanno, e molti l’hanno provato sulla propria pelle questo lutto, questa grossa perdita. Ma mentre una volta il lutto si elaborava, e passato il più grosso ci si dimenticava più o meno velocemente dell’ex, oggi grazie al web, lasciarsi in maniera definitiva dimenticandosi di lei/lui, non è più possibile, e la cosa risulta per molti, non poco dannosa. Ogni volta che l’ex pubblica qualcosa, ecco che il pensiero di lei si rinnova, la ferita comincia di nuovo a sanguinare anche a distanza di tanti mesi o anni.

Anche se non lo vogliamo ammettere a noi stessi principalmente, ma pure agli altri, inconsciamente, ci affidiamo alla tecnologia per tenere acceso quel piccolo lumino, quella piccola speranza, che altrimenti si spegnerebbe. In parole povere, con la tecnologia, non si taglia quel cordone ombelicale e ci si illude di poter avere ancora un legame.

Nel mondo tecnologico, con gli ex partner, sostanzialmente,non ci si lascia mai per davvero. Già di prima mattina, come di sera, ma pure in vacanza, eccoci lì ancora una volta a dare l’ultima occhiatina per spiare, almeno fin tanto che lo stesso decide di pubblicare qualcosa. Ma siamo proprio sicuri che i social siano la causa? Non basterebbe non passare più a controllare l’ex? No, non è così semplice. I social, sono semplicemente un pretesto, per non lasciare andare una persona a cui eravamo affezionati, e che per un motivo o per l’altro non ci è indifferente.

Ma un comportamento così, secondo me, col passare del tempo può portare ad avere ossessioni e morbosità, perchè se una relazione è finita dandoci un dolore molto profondo, dobbiamo cercare di chiudere ogni cosa col passato, dobbiamo cercare di voltare pagina, cercando di concentrarsi esclusivamente sull’elaborazione del lutto. Non spiare più una persona, è solo un modo per proteggerci, e per proteggere chi ora è vicino a noi, e non dare un taglio definitivo col passato, potrebbe davvero diventare molto rischioso per tutti. Perchè?

  • Perchè il rischio che si corre è di diventare ossessivi e morbosi nel cercare notizie che riguardano lei/lui.
  • Il rischio è quello di continuare a spulciare nella lista degli amici dell’ex.
  • Il rischio è quello di dannarsi nel leggere i suoi commenti, per vedere se fa riferimenti a noi e trovare un pretesto per arrabbiarsi.
  • Il rischio sono i fantasmi mentali.
  • Il rischio è quello delle masturbazioni mentali del tipo…ecco questo o quello l’ha scritto per me….ecco vedi mi pensa ancora
  • Detto questo, potrebbe inoltre capitare per i motivi detti sopra,  vedere la nostra, il nostro ex, felice e appagato senza di noi, si inneschi nel nostro subconscio un meccanismo per voi poco simpatico e altamente nocivo. Per esempio si potrebbe cominciare a travisare la realtà, arrivando a sparlare dell’altro. Oppure ci si potrebbe mettere in competizione, sperando di creare qualche fastidio, o invidia in persone che non vi calcolano più.Comunque ,detto questo, a prescindere dal fatto che sia un ex o meno, trovo veramente squallido parlare male di una persona che non appartiene più alla vostra vita, perché criticare qualcuno che ha fatto parte della nostra esistenza, è criticare noi stessi o una parte di vita che ci è appartenuta.

    Insomma, nella vita come nell’amore tutto nasce e tutto muore… Lasciamo andare il passato..il passato, ormai è passato. Viviamo il presente, perché alla fine chi ci rimette siete soltanto voi, e chi rimane vicino a voi.

(Visited 17 times, 1 visits today)

Gelosi degli ex

Gelosi degli ex

Gelosi degli ex

logo_la-ex
Gelosi degli ex. Immagine presa da internet

In ogni coppia che si ama, c’ è l’angoscia di poter perdere l’altro, infatti solo in rapporti senza amore non esiste la gelosia, e se questa non scade nella persecuzione gratifica il partner, che si sente amato. In linea di massima una lieve gelosia nei confronti di una precedente relazione del proprio partner può essere naturale e anche fisiologica, se ben gestita. La questione invece si complica quando da una leggera e quasi impercettibile sofferenza provocata dal confronto con l’ex, ( di solito avviene durante l’inizio del rapporto), la gelosia si trasforma in una vera e propria ossessione e innesca un sentimento così tormentoso e malsano per sè e per l’altro, da impedire o addirittura minare un sereno rapporto di coppia. I motivi che portano la nuova compagna/o a temere l’influenza dell’ ex amante sul partner, possono essere i più diversi e disparati.

Generalmente dipende da un livello basso di autostima che fa sentire l’altra migliore, e induce a collocare se stesse su un piano di inferiorità. Potrebbe anche succedere che siano invece altri componenti della famiglia che continuano a perpetuare il ricordo della partner di un tempo, alimentando, di conseguenza, rivalità e gelosie. Ma nella stragrande maggioranza dei casi, spesso è proprio il compagno stesso che non è  ancora riuscito a staccarsi mentalmente dalla precedente storia, per cui la figura della ex mantiene un enorme potere fino a diventare realmente una minaccia. Lui potrebbe ancora  parlarne, potrebbe cercarla ossessivamente sul web, oppure lasciarsi influenzare dalle esperienze fatte con lei tendendo a ripeterle senza cercare di capire modalità e personalità della nuova compagna. Se lui non cambia prontamente atteggiamento, si rischia di mettere in scena una sorta di rapporto a tre, il più delle volte logorante solo ed esclusivamente per la nuova arrivata che, se non prendere provvedimenti ai primi segnali, rischia di incrementare una cosa sempre più difficile da modificare se non con grosse sofferenze…. Insomma, che sia per sesso o per amore, questa forma di gelosia non ha alcun senso e non giova a nessuno all’ interno della coppia. Vivere di passato nel presente è l’ errore più grande che una coppia possa fare.

(Visited 15 times, 1 visits today)