Crea sito

Datura

Datura
Datura

La Datura è una pianta arbustiva sempreverde ma a foglie decidue nelle zone a clima invernale molto freddo. I suoi fiori penduli e molto profumati di color bianco-crema, sono lunghi 15 cm e donano la loro maggiore e appariscente fioritura imbutiforme da giugno ad agosto.

Coltivazione

Si coltiva in contenitori riempiti di terreno fertile. Cresce vigorosa se viene potata ogni anno. In inverno va protetta perchè teme il gelo, ma può essere coltivata solo all’aperto.

La Datura Sanguinea è la specie di Datura più conosciuta perchè ha fiori di colore arancione-rosso. Tutte le Dature sono conosciute anche con il nome di stramonio.

I suoi fiori possono essere eretti o pendili a seconda della specie, ma tutti hanno la caratteristica che si aprono al calar del sole.

Curiosità

Sebbene sia una bella pianta e molto appariscente, è comunque velenosa in ogni sua parte.Contiene sia alcaloidi che allucinogeni. Quindi è meglio coltivarla in vasi o mastelli e lontano da mani inesperte.

Datura ©Paola AssandriPhoto 2016 All Rights Reserved (Clicca sull’ immagine per ingrandirla)
(Visited 15 times, 1 visits today)

Petunia

Petunia
Petunia

La Petunia è una pianta annuale, è originaria del Brasile e dell’Argentina. La caratteristica principale della petunia è quella di esplodere all’improvviso con i suoi vistosi e innumerevoli fiori, che spaziano dal rosso al viola, tranne che il giallo.

Petunia
Petunia

Esposizione

La pianta vuole pieno sole e in quel caso darà fiori per tutta la stagione estiva.

Terreno

Le piante prediligono un terreno ricco e sciolto, arricchito da concimazioni di tipo organico.

Semina

Seminare nel periodo di febbraio-marzo sotto vetro e ripicchettare ad aprile-maggio.

Curiosità

Nel periodo vittoriano si attribuiva a tale fiore il significato di scoppio improvviso, per cui ira e rancore. Secondo altre interpretazioni, questa fioritura rappresentava il risentimento. Per la tradizione popolare, invece, la petunia era considerata un placare di emozioni negative, come l’ira e l’astio, quindi si avvicinava di più al tema della consolazione.

Storie e leggende della petunia

  • La prima, fu scoperta in Brasile da una spedizione francese, che rapita dalla bellezza di questo fiore, ne portò alcuni esemplari a Parigi nel 1823.
  • Il capo giardiniere dei Giardini di Edimburgo, ( James Tweediw ) inviò i primi campioni di questo fiore al Giardino Botanico di Glasgow nel lontano 1831
  • I coltivatori europei iniziarono da subito a migliorare la specie. La resero più folta, resistente, con fiori più appariscenti. I suoi fiori sono di diversi colori, spaziano dal rosa al nero. Da allora, sono tra i fiori estivi più popolari.
  • In età medievale, rientravano tra le varietà di fiori utilizzati per abbellire gli Eden dedicati alla Madonna, giardini realizzati per invitare alla preghiera e alla contemplazione. Infatti, ancora oggi vedere qualche petunia adornare statue dedicate alla Madonna, non è cosa rara.
  • La petunia è una pianta adatta per vasi da appendere, e la sua particolarità che la rende così amata dai pollici verdi in erba, è la sua fioritura abbondante ed esplosiva! A partire dall’ inizio della primavera fino in autunno inoltrato la petunia regala infatti tantissimi fiori!
  • I fiori hanno un forte significato simbolico in molti scritti di Alice Walker, soprattutto in Petunie rivoluzionarie. I fiori simboleggiano l’impegno di bellezza che sembra rivoluzionaria contro le brutture che spesso frequenta la loro vita. Sammy Lou, protagonista condannato della poesia, esprime la sua preoccupazione per la bellezza e la spiritualità che vive anche dopo la sua morte.

https://paolaassandriphoto.blogspot.it/

 

 

(Visited 51 times, 1 visits today)

Iris

Iris
Iris

Iris o giaggiolo. Pianta nota e molto diffusa. Colorati, a fiori grandissimi o piccoli, colorano la primavera fatta di giornate luminose e tiepide. Chi non ne ha nel giardino, si lasci tentare da questa magnifica fioritura, di varietà ce ne sono tante, e una più bella dell’altra. Questa pianta erbacea perenne a fine ciclo può seccare tutta la parte aerea, riprendendo la vegetazione molto precocemente, oppure mantenere la vegetazione sempreverde, cambiando solo le foglie esterne.

Iris
Iris germanica

Nel genere ce ne sono circa 300 specie e si dividono in rizomatose e non rizomatose. La varietà conosciuta come Iris germanica è il comune giaggiolo che presenta fiori di color viola, leggermente profumati, alti circa 80 cm.

Terreno

Si adatta benissimo a qualsiasi terreno anche se lo preferisce leggero, argilloso e ben drenato.

Luce

Prediligono le posizioni ben esposte al sole, aperte e ventilale, non a caso  si possono trovare sugli argini delle strade e in parchi abbandonati.

Acqua

Solo con grande siccità o temperature molto alte necessitano di irrigazioni supplementari. Per una buona crescita e fioritura annaffiare solo quando il terreno inizia a seccare.

Temperature

Sopportando temperature sotto zero, li rende adatti alla vita all’aperto. Tuttavia dove sono previste gelate è bene coprire con foglie o paglia.

Curiosità

Diffusamente coltivato in Toscana, viene usato il rizoma come prodotto principale per fabbricare ciprie e profumi.

 

(Visited 50 times, 1 visits today)

Tulipano

Tulipano
Tulipano

Il tulipano è una pianta appartenente alla famiglia delle Liliacee. Ne esistono tante specie spontanee e molte coltivate. Si crede che sia originario dell’Oriente, ma comunque la pianta fu introdotta in Italia nel secolo XV. Ora questo bellissimo fiore è diffuso in ogni continente, ma in Europa dove è più diffuso e coltivato è l’Olanda, ove esiste un commercio fiorentissimo. I Tulipani possono essere doppi o semplici. Le corolle possono essere di qualsiasi colore, mentre l’altezza della pianta è molto varia, ve ne sono di nanissime ed altre altissime. Alcuni hanno corolle profumate, altri no, anche la forma delle corolle varia a seconda della specie. I fiori sono adatti per decorare aiuole, prati e giardini.

Tulipano
Tulipano

Coltivazione

Al Tulipano occorre un terreno leggero, ricco e non umido. Da evitare nella maniera più assoluta terreni argillosi e compatti, come pure le concimazioni. L’esposizione è  riparata dal vento ma soleggiata. In ottobre-novembre interrare i bulbi a 10cm e ad una distanza di 10-25cm. fra loro.

Malattie

Le malattie che possono colpire i Tulipani sono:

  • la cancrena dei bulbi contro il quale esiste un solo rimedio, la distruzione

gli afidi che vanno combattuti con irrorazioni di esteri fosforici

  • la ruggine alla quale si rimedia con la poltiglia bordolese irrorata in abbondanza

Pare che il nome di questo fiore derivi dalla parola turca tullband cioè turbante probabilmente per la forma del fiore che ricorda il tipico copricapo. Per molti secoli il fiore è stato simbolo di dichiarazioni d’amore, con i diversi significati legati al colore.

Rosso: vuol dire amore

  • Giallo : amore disperato

Bianco: perdono

Per avere una lunga fioritura

Se volete avere una lunga fioritura, dovete bagnare i fiori alla base, poco e spesso evitando ristagni d’acqua. Dovete formare tanti gruppi, magari dello stesso colore, ma di varietà diversa, in questo modo otterrete fioriture in successione. Poneteli in posizioni differenti.

 

(Visited 79 times, 1 visits today)

Allium

Allium
Allium

Allim. Il nome botanico della pianta allium significa acre, come il sapore che conferisce alle pietanze. Appartenente alla stessa famiglia della cipolla e dello scalogno, dell’aglio orsino e del porro, la specie decorativa che passa da quella più imponente e spettacolare, alla più piccola e piena di boccioli, regala al giardino un grande fascino, e inoltre possono assicurare ampie fioriture, anche a chi il pollice verde non lo possiede visto che non si ammalano quasi mai. Anzi tengono ben lontani molti parassiti. Sopportano bene sia il caldo che il freddo più rigido.

Allium ©Paola AssandriPhoto 2016 All Rights Reserved (Clicca sull’immagine per ingrandirla e votarla)

 

In piena terra

La varietà più scenografica è l’ allium globemaster, che ha una fioritura lunga, infatti dal centro del primo fiore si sviluppa un secondo ed un terzo, fino ad ottenere un globo di 25 centimetri. Il più grande è l’allium giganteum che arriva fino a 150 centimetri di altezza, e se vengono piantati 4 o 5 esemplari vicini, l’effetto che creano è davvero spettacolare. Mentre se si vuole qualcosa di diverso si deve piantare l’alium forelock di colore rosso bruno.

Nel vaso

Se si ama l’eleganza bisogna scegliere la varietà christopii, dai sottili petali color lilla. Cresce solo 50 centimetri in altezza, ma la sua infiorescenza è molto decorativi. La varietà più strana è l’hair, dai petali molto sottili, oppure se non si vuole andare tanto sul difficile, l’oreophilum alto solo 15 centimetri e con deliziosi fiorellini di color magenta.

Come coltivarlo

La stagione adatta per piantarlo è l’ autunno. Piantateli a dimora e scegliete un angolo soleggiato, scavando tante buche profonde all’incirca il doppio dell’altezza del cipollotto. Non gradisce il terreno troppo compatto, quindi mischiatelo con della sabbia. Inserire sempre il bulbo con la punta rivolta verso l’alto, e ricoprirlo di terra, quindi innaffiatelo e poi dimenticatevelo. Se invece vuoi metterli sul balcone, bisogna scegliere un vaso da 40 cm di diametro e piantare 3 bulbi della qualità baby in buon terriccio. Quando in primavera cominceranno a fiorire annaffiate la pianta con regolarità, ma non esagerate con l’acqua, sopporta meglio la siccità.

 

 

(Visited 13 times, 1 visits today)