Crea sito

Fake

Fake
Fake come fare a riconoscerli

Tutti sanno che esistono, molti li utilizzano per spiare, ma nessuno ne parla, o se ne parla molto poco. Ma in realtà chi sono i fake, ma principalmente come fare a riconoscerli su Facebook??? l fake generalmente sguazzano sui social network, perché i social permettono di creare una moltitudine di identità fasulle con le quali scrivere post, pubblicare messaggi privati e non, screditare avversari, prendersi gioco del malcapitato di turno, o molto semplicemente per controllare le mosse altrui, pensando di non venire mai scoperti.

Fake
Fake. Immagine presa dal web

Ma come si riconosce un fake? Generalmente ha un comportamento antisociale, non interagisce tanto, oppure, quando commenta non è per nulla coerente. Su facebook, come su Libero, o come su altri social non è per nulla difficile individuare identità fittizie…Ma vediamo come scovarlo!

Facendo parte di Facebook e interagendo con tantissime persone, quando mi sorge un dubbio che faccio? Prima di tutto entro nel suo profilo e lo analizzo bene partendo dalle sue fotografie, o almeno quelle fa capire di aver scatto lui/lei. Seconda cosa guardo se ha foto sue. Se non ha un numero decente di fotografie che lo ritraggono in situazioni diverse, o se ha foto di dimensioni piccole, sgranate, passate su photoshop e con l’aggiunta di cuoricini glitterati mi trovo davanti ad un fake. Successivamente mi copio le foto che ha, e le analizzo con Google immagini. Ed ecco che ne trovo di tutte le dimensioni…ed il gioco è fatto 🙂

 

(Visited 233 times, 1 visits today)

Amicizie virtuali

Amicizie virtuali

Amicizie virtuali

Amicizie virtuali. Immagine presa dal web

Oggi vi voglio parlare delle amicizie che nascono sui social network, strumento sempre più usato ( me compresa), ma che in realtà esistono da diverso tempo.

Prendo come esempio Facebook. Dal primo dell’anno, ho deciso e mi sono posta la regola di accettare solo ed esclusivamente amicizie da gente che ho conosciuto. Infatti da 350 persone sono passata a 90. Ma non vi voglio parlare di come la sottoscritta gestisce il proprio account e allora procedo.

Facebook è stato definito un fenomeno sociale. Per chi non lo sapesse ancora, i social network sono dei siti web in cui più persone possono comunicare via chat, per messaggistica privata… condividere contenuti, foto, video, audio….conoscere nuove persone da tutto il mondo, e tutto questo senza spostarsi dalla propria seggiola.

Sui social  è possibile conoscere persone nuove mai viste e che mai si vedranno di persona, mentre con altre il rapporto evolve. Si passa dal leggere dei post, ad una richiesta di amicizia, al contatto Messanger di Facebook, per poi passare a quello whatsapp, Skype…per poi vedersi. Diciamo che molti  si iscrivono proprio per trovare amici e riempire in modo fittizio la propria vita, ma con altri il rapporto giorno dopo giorno si solidifica.

E’ anche vero che le amicizie di internet sono a basso costo, basta un click e ci si cancella, si chiude il profilo, ci si perde di vista. Ma….ma non sempre è così.

Io per esempio con alcuni amici non ho più un contatto Facebook, ma ci sentiamo regolarmente tutti i giorni. Con alcuni ci scriviamo mail, con altri ci sentiamo su whatsapp, con altri ancora ci scriviamo sia sms e ci sentiamo al cell, con altri ancora non abbiamo più il contatto Facebook ma ci scriviamo mail, sms, ci sentiamo al telefono e su whatsapp  ….diciamo che Facebook è solo stato un mezzo per far nascere un’amicizia.

Da uno studio è emerso che quando internet è usato male, tende a isolare anche le amicizie virtuali. Secondo me, è grazie a internet che ormai i rapporti progrediscono o si deteriorano…dipende tutto  se uno ci tiene ad un amico oppure no….Ogni forma di comunicazione non verbale tipo Facebbok, chat, post, deve essere usata al limite per darsi al cazzeggio, ma se è possibile è meglio chiamarsi.

Quante persone che conosco ho visto naufragare a causa di questo discutere in chat. Sono nate incomprensioni con relative arrabbiature e rotture. 

Vorrei concludere dicendo che Facebook come Libero o tanti altri, in un’ amicizia può andare bene sul nascere…leggere post può andare bene…ma non è importante per tutta la vita…Facebook non è la vita…. Ci sono molte forme di comunicazione più veloci e più soddisfacenti, per poi arrivare alla conoscenza e alla frequentazione 🙂

 

(Visited 258 times, 1 visits today)

Privacy di Facebook

Privacy di Facebook

Privacy di Facebook

facebook-privacy
Privacy di Facebook. Immagine presa dal web

Privacy di Facebook, 5 alleati per conservare meglio la privacy.

Essendo su Facebook è naturale che mi arrivino richieste di amicizia da gente che non ho mai visto e nemmeno conosciuto, e visto che io alla mia privacy ci tengo tantissimo, vi spiego quale comportamento ho adottato per proteggermi da occhi indiscreti.

Le liste

Su Facebook puoi fare diverse liste. Si può passare da quella dei conoscenti a quella dei colleghi, amici.… Questo sistema ti offre la possibilità di escludere da una o più liste persone nel caso tu non voglia condividere post con tutti. Per poter creare queste liste non devi fare altro che andare sulla lista amici, cliccare sul pulsante accanto ad ogni nome e così ti trovi il menù in cui inserirli. Così quando scrivi un post, accanto al pulsante pubblica puoi selezionare quali liste potranno leggerlo, e solo quelle vedranno quanto hai messo online. Ricorda però che l’ultima impostazione rimane in memoria finché non la cambi e ti conviene tutte le volte che accetti una nuova amicizia, inserirla già nella lista.

Registro attività

Aprilo col pulsante ai piedi dell’immagine di copertina. Vai in controllo diario e controllo tag, così verifichi cosa possono vedere di te le altre persone e principalmente le foto in cui sei taggato. Inoltre puoi nascondere contenuti in bacheca, rimuove quelli creati da te o chiedere di eliminarli.

Gli eventi

Se non gradisci far sapere agli altri a cosa partecipi, ricorda che puoi nascondere la sezione eventi dal tuo profilo. Fai però attenzione che se un evento è pubblico sarà visibile sulla pagina dell’organizzatore.

La geolocalizzazione

Se non vuoi far sapere i luoghi da cui invii i post vai col cellulare sulla voce impostazioni, poi vai su privacy, quindi localizzazione e poi no.

L’icona col lucchetto

L’icona col lucchetto, posta sulla schermata in alto a destra ti permette di gestire in modo veloce tutte le impostazioni della privacy. Se clicchi su chi può vedere le mie cose e su visualizza come…puoi controllare cosa vedono gli altri di te.

(Visited 48 times, 1 visits today)

Pagina Faceobook

Pagina Faceobook

Pagina facebook (filtra i tuoi contatti)

Storia finita
Pagina Facebook. Immagine presa dal web

Pagina Facebook. Il pulsante segui, ti consente  invece di accogliere amicizie da parte di persone che non conosci, di attivare la funzione, così vedranno soltanto ciò che tu decidi di pubblicare per tutti. Per attivare questo pulsante ti basta andare nella pagina delle impostazioni del tuo account di facebook e andare nella sezione persone che ti seguono. Successivamente spuntare per tutti, e automaticamente apparirà il pulsante segui. Se poi decidi di mettere i tuoi contatti tra le diverse liste (es amici,conoscenti…ecc..ecc..) ce n’è una con restrizioni dove puoi inserire chi vedrà solo post e info pubbliche.

Controlla spesso la privacy

Ricordati di controllare spesso le impostazioni della privacy, perchè cambiano di frequente.

Sii consapevole di quello che fai

Ricordati che la responsabilità dei tuoi contenuti sui social è solo tua. Prima di postare foto, testi, post o quant’altro, sii consapevole di quello che stai mostrando, perchè internet ha la memoria molto lunga.

 

(Visited 20 times, 1 visits today)

Google

Google

Google

Furfanti e furfantelli. Immagine del desktop di mio figlio ( presa dal web)
Google. Sfondo desktop preso dal web

Tutti sanno, almeno lo spero che per scattare una bella fotografia, non basta fare click, come non basta avere una bella macchina fotografica….Prima su tutto, bisogna avere occhio, buon gusto, tanta immaginazione, fantasia e tantissima passione, poi c’ è da trovare una bella location, o almeno qualcosa di interessante da fotografare, e successivamente si devono mettere in pratica  le tecniche fotografiche   acquisite con tanta fatica…ed ecco che esce una bella foto! Quando esce una bella foto cosa fai? Naturalmente la metti sul web e la condividi col mondo intero. Su tutte le piattaforme ti trovi decine, centinaia di like e commenti positivi. Ma poi un giorno, un tuo amico ti scrive: Sai che ho trovato la tua foto su un  socialnetwork, ma porta la firma di un’altra? Così segui il link che ti hanno invitato…Ma qualcuno ti ha chiesto qualcosa? Assolutamente no, figurati!

Su internet, purtroppo il rischio di incappare in qualche furfante c’ è, e allora voglio spiegare come usare alcuni strumenti gratuiti per rintracciare i malandrini del web, e successivamente spiegherò l’utilizzo di alcuni software che si possono trovare, ma che hanno la medesima funzione ( solo che sono più avanzati).

Come trovare foto copiate

Anche se hai preso tutte le precauzioni del caso, un furfante può sempre trovare il modo di rubarti una fotografia…internet è pieno di malati mentali che spacciano foto rubate per proprie. Ecco allora che vengono in aiuto alcuni strumenti di ricerca online.

Ricerca immagini di Google

Molti di voi sapranno che Google permette di trovare, non solo scritti, ma anche immagini. Una cosa però che forse non tutti sanno,è che si possono cercare immagini partendo da un’immagine.

  • Prima di tutto salvo sul pc la foto che voglio analizzare, ( per prova salvate la foto sopra, che è mia ). Quindi, collegatevi a https://www.google.it e aprite una pagina vuota. Sulla destra trovate la scritta immagini, e ci  cliccate sopra. Una volta aperta una pagina come quella sotto, cliccate sull’ icona della macchina fotografica, che trovate sulla destra.

Come_capire_se_una_foto_e_presa_da_Internet-620x187

Dopo che hai cliccato sulla piccola macchina fotografica, si apre la seguente finestra:

Come_capire_se_una_foto_e_falsa-620x329

e a questo punto posso scegliere di procedere in due maniere:

o tramite il copia/incolla dell’ URL immagine, oppure tramite il caricamento di un’ immagine.

  • Il primo metodo permette di trovare un’immagine attraverso il suo URL. Per ottenere ciò, basta semplicemente cliccare col tasto destro del mouse, sull’ immagine, e selezionare copia URL immagine, oppure copia indirizzo immagine, e copia/incollarlo nel relativo spazio.
  • Il secondo metodo, che è anche quello più semplice e immediato, è quello di prendere l’immagine e di trascinarla nel campo di ricerca di Google immagini. Nell’ esempio riportato sopra, ho caricato una mia foto di foglie autunnali. Il nome del file era una sequenza di lettere e numeri, quindi non era utile alla ricerca di Google, comunque lui è riuscito a trovare molte foglie riguardanti l’autunno. Anche in questo caso ( non tutti lo sanno) il motore di ricerca è utile per fare ricerche, visto che mostra sempre e comunque immagini simili o moooooooooooolto simili :-).
(Visited 6 times, 1 visits today)