Crea sito

Amore e amicizia

Amore e amicizia

Amore e amicizia

Amore e amicizia. Immagine presa dal web

Amore e amicizia

  1. Ab amico reconciliato cave, (è un proverbio medievale).
    Guardati da chi ti è amico dopo una riconciliazione
    . Il proverbio, invita a guardarsi bene dalle amicizie interessate e a non incorrere negli stessi errori con le medesime persone, perchè un’ amicizia riconciliata è ancora aperta dalle ferite.
  2.  Amans quid cupiat scit, quid sapiat non videt.
    Chi ama sa quello che deve desiderare, ma non vede ciò che è saggio. Contrapposizione tra amore e saggezza, tra passione e ciò che è razionale.
  3. Amantiun caeca iudicia sunt. Ciechi sono i giudizi degli amanti.  Detto diffuso nelle letterature classiche e ripreso nelle culture moderne secondo il quale chi ama non vede i vizi e i difetti della persona amata
  4. Amantium irae amoris integratio est.
    I litigi degli amanti è il completamento dell’amore. Detto della cultura classica secondo il quale l’amore non è bello se non è litigioso.
  5. Ames probatos,non anatos post probes.
    Ama persone già provate, non provarle dopo averle amate. Motto risalente a Teofrasto.
  6. Amicis inest adulatio. L’adulazione è inerente agli amici. Amara e sconcertante constatazione sull’ amicizia che spesso non è sincera ma è solo interessata.
  7. Amicitia magis elucet inter aequales. L’amicizia è più duratura tra uguali. Cicerone sosteneva di cercare la comunanza e l’uguaglianza con un amico se si vuole mantenere l’amicizia sana.
  8. Amico firmo nihil emi melius est. Proverbio medievale Nulla di meglio si può comprare che un amico saldo. E’ uno dei tanti detti sull ’importanza dell’amicizia.
  9. Adgnosco veteris vestigia flammae. Riconosco i segni dell’antica fiamma.
  10. Amare et sapere vix deo conceditur. Difficilmente una divinità concede di amare e di essere saggi. Si tratta di una sentenza riferita al contrasto tra amore e saggezza.
  11. Amare iuveni fructus est, crimen seni. Amare è come un frutto per il giovane, ma un delitto per il vecchio. Detto che richiama gli innamoramenti senili indecorosi .
  12. Amens nemo magis quam male sanus amans. Nessuno è più pazzo di un innamorato pazzo. Detto medievale che ricorda il rapporto tra amore e follia.
  13. Amicitia quae desinere potest vera numquam fuit. L’amicizia che cessa non fu mai vera amicizia. Detto sull’ eternità della vera amicizia e indissolvibile amicizia.
  14. Amici vitia si feras, facias tua. Se sopporti i difetti dell’amico, di questi puoi essere considerato responsabile. Detto che invita a correggere gli errori dell’amico e a non limitarsi a sopportarli e basta.
  15. Amicorum esse communia omnia. Tutte le cose tra amici devono essere comuni. (Nella vera amicizia si deve condividere di tutto, non solo le cose piacevoli.
  16. Amicum an nomen habeas, aperit calamitas. Se tu hai un amico o solo il nome di esso te lo dimostreranno le sventure. Variazione sul tema secondo cui la vera amicizia si vede nel momento del pericolo.
(Visited 55 times, 1 visits today)