Crea sito

Maria al Foro Traiano

Maria al Foro Traiano
Maria al Foro Traiano (Chiesa del Santissimo Nome)

Maria al Foro Traiano è una chiesa costruita dalla Confraternita del Santissimo nome di Maria nel 1737 sul luogo dove sorgeva la quattrocentesca chiesa di San Bernardo,terminata e decorata sotto la direzione dell’architetto Fontana nel 1750.

L’esterno della chiesa è a pianta ottagonale.

Santa Maria di Loreto
Maria al Foro Traiano a Roma ( La cupola) ©Paola AssandriPhoto 2016 All Rights Reserved (Clicca sull’ immagine per ingrandirla)

 

La facciata presenta doppie colonne che reggono il timpano curvilineo, per poi finire con una balaustra, dove sono messe a dimora ben undici statue che rappresentano profeti ed evangelisti.

  • San Marco
  • San Daniele
  • Profeta Naum
  • San Giovanni Evangelista
  • Profeta Zaccaria
  • Profeta Aggeo
  • Profeta Osea
  • San Luca
  • San Matteo
  • Profeta Abdia
  • Re Salomone

 La facciata a doppie colonne è ripetuto nei due lati corrispondenti alle cappelle, ove si aprivano altre porte, successivamente fatte chiudere da Fontana.

 

 

(Visited 55 times, 1 visits today)

Cimitero militare Costermano

Cimitero militare Costermano
Cimitero militare Costermano

Cimitero militare Costermano. A sud di Costermano è sito un cimitero militare germanico, sullo stretto dorso di una piccola collina. Verso il lago di Garda, l ‘area ricca di cipressi, permette ai visitatori di vedere le cime delle Alpi a nord, e ad est una seri di vigneti. Una volta parcheggiato l’auto nei pressi del parcheggio del cimitero, e oltrepassato l’atrio dell’edificio d’ ingresso, il gran portale di bronzo battuto accompagna il visitatore in un’ampia scalinata ad una piccola terrazza, dalla quale si può vedere gran parte del cimitero.

Cimitero militare Costermano
(Visited 44 times, 1 visits today)

Museo Mille Miglia

Museo Mille Miglia
Museo Mille Miglia

Museo Mille Miglia. Nell’antico monastero di Sant’ Eufemia della Fonte, fondato dai monaci benedettini nel 1008, tutt’oggi ha sede il Museo della corsa più bella di tutti i tempi: la Mille Miglia. Per la posizione strategica l’antico monastero subì diversi attacchi. Nel 1438, dopo un forte declino i monaci abbandonano il monastero. Della struttura originaria rimane ben poco e viene adibito ad uso agricolo. Successivamente viene recuperato con opere di restauro, riconoscendone il valore per la storia bresciana.

Museo Mille Miglia
Museo Mille Miglia ©Paola AssandriPhoto 2016 All Rights Reserved (Clicca sull’ immagine per ingrandirla)

 

In questa specie di tempio si ripercorre fase dopo fase la storia di un mito che oggi è diventato leggenda. All’interno di esso si possono ammirare auto storiche che hanno corso dal 1927 al 1957, tutte perfettamente conservate o restaurate, e che ancora oggi partecipano alle più importanti corse rievocatine del mondo. Ma non solo, lungo tutto il tragitto si può ammirare una grande collezione d’oggetti d’epoca.

Qui sotto vedete rappresentata una Aston Martin International del 1930.

  • Motore 4 cilindri in linea.
  • Cilindrata 1500 cc
  • Potenza 60 Hp a 4000 giri
  • Velocità 120 Km orari
Museo Mille Miglia. Aston Martin International ©Paola AssandriPhoto 2016 All Rights Reserved (Clicca sull’ immagine per ingrandirla)

All’interno dell’esposizione , sono installate alcune postazioni audio-visive che fanno man mano rivivere l’emozione della gara attraverso commenti dei protagonisti,  filmati e immagini dell’epoca. Inoltre una zona adibita al cinema, permetterà tramite un sistema interattivo di selezionare e visionare uno dei tanti filmati messi a disposizione dei visitatori del museo.

(Visited 37 times, 1 visits today)

Spinone al Lago

Spinone al Lago

Spinone al Lago

Spinone al lago
Spinone al Lago©Paola AssandriPhoto 2016 All Rights Reserved (Clicca sull’immagine per ingrandirla e votarla)

Spinone al Lago è un piccolo paesino del territorio bergamasco e si affaccia sul lago di Endine. Attualmente il lago si trova a 335 metri sopra il livello del mare. Derivato da morene glaciali all’incirca 10-15.000 anni fa, ha una profondità massima di mt. 9.40. Nella stagione invernale è completamente ghiacciato, ed è possibile camminarvi sopra e pattinare. L’origine più provabile del nome Spinone è dato dalla presenza di un sito spinoso con rovi, come testimoniano alcuni scritti.

Lasciando il paese vi troverete in un sentiero di eccezionale rilievo paesaggistico tra montagne che collegano il lago di Endine, e la sponda bergamasca del Sebino. Il percorso poi procede verso i pascoli di Val Gandino, e della Valle Seriana. La strada verde (è così denominata), è un sistema per far conoscere i pascoli e i boschi.

Spinone al Lago
Spinone al Lago©Paola AssandriPhoto 2016 All Rights Reserved (Clicca sull’immagine per ingrandirla e votarla)

Inoltre poco distante dall’abitato si può passeggiare nella Valle del Tuf, una valle molto ricca di sorgenti sulfuree, rinomata per le sue qualità terapeutiche.

Se passate da quelle parti vi consigliamo di mangiare da Momì in Via Nazionale 28. Il locale molto carino e confortevole, offre gentilezza da parte del personale e un servizio impeccabile, partendo dall’ antipasto al dolce. Il locale, inoltre gode di una bellissima vista.

 

(Visited 10 times, 1 visits today)

Sotto il Monte

Sotto il Monte

Sotto il Monte

Sotto il Monte
Sotto il Monte ©Paola AssandriPhoto 2016 All Rights Reserved (Clicca sull’ immagine per ingrandirla)

Sotto il Monte in provincia di Bergamo vi fa rivivere i luoghi legati alla memoria di Papa Giovanni XXIII. Basta avere a disposizione qualche ora e la voglia di percorrere questi luoghi di preghiera.

  • Una volta arrivati a Sotto il Monte, si può iniziare la visita partendo dalla casa natale, una vecchia cascina ove, Angelo Roncalli venne alla luce. La casa ora proprietà del PIME mantiene intatto l’aspetto originale.
  • La chiesa di S. Maria che risale al 1450, dall’anno 1823 viene officiata come chiesa parrocchiale. All’interno vi è conservata la fonte battesimale, ove venne battezzato il piccolo Roncalli.
  • Avendo a disposizione un mezzo, è interessante visitare il santuario della Madonna delle caneve (cantine). Qui, il cardinale Roncalli vi celebrò la sua ultima messa.
  • Ritornando in paese, si può raggiungere la chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista consacrata da mons. Roncalli , delegato apostolico in Bulgaria.
  • Dalla porta che si trova sul fianco destro si può accedere alla cappella della Regina della Pace.
  • Nella cripta vi sono i resti mortali dei genitori del Papa e molti ex voto. Nello spazio centrale si trova una teca di cristallo ove vi sono posizionati una sua stola e fusioni di bronzo ricavate da calchi di gesso del volto e della mano, pochi minuti prima che il Papa morisse. I colori e l’atmosfera rendono questo luogo davvero suggestivo e di forte impatto emotivo.
  • Finita la visita alla cripta e alla chiesa ci si può incamminare in una lunga e faticosa salita che vi porterà a vedere la Torre di San Giovanni posta sulla sommità di un colle, dal quale si può ammirare una bella panoramica di Sotto il Monte.
  • Ritornando sui propri passi, in località Ca’ Maitino si può vedere la casa in cui il Papa Roncalli trascorreva le ferie. Nel suo interno sono presenti numerosi oggetti appartenuti al Papa e il materasso sul quale è morto.
  • Per finire il giro e se si dispone di un’auto è consigliabile visitare l’abbazia di San Egidio, costruzione romanica del secolo XI ed eretta dai monaci di Cluny.
Nella cripta di Sotto il Monte.
Nella cripta di Sotto il Monte ©Paola AssandriPhoto 2016 All Rights Reserved (Clicca sull’ immagine per ingrandirla)

 

(Visited 4 times, 1 visits today)